Le piscine Carletti

Le Piscine Carletti sono un parco comunale pubblico sempre aperto e fruibile, privo di manutenzione e controllo.


Nel parco sono presenti le rovine di un impianto termale di età romana. Le proprietà dell'acqua che sgorga dalla sorgente hanno le stesse proprietà delle acque del vicino Bullicame.

Le sue acque sono state anche usate per la lavorazione della canapa, che insieme al lino  è stata fino alla prima metà del '900 una delle risorse agricole più note ed importanti di Viterbo. Nel sito sono ancora visibili ed utilizzabili per la balneazione due vasche che furono realizzate proprio per questo scopo. 

Oggi il sito, che è un parco pubblico del Comune di Viterbo, versa in uno stato di notevole abbandono e come per il vicino Bullicame la cura è affidata esclusivamente a volontari, ma comunque notevolmente frequentato soprattutto di notte, nonostante il sito sia sprovvisto di illuminazione notturna. 

All'interno del parco è stato realizzato un parcheggio per auto e camper. 

Il nome deriva da quello della famiglia viterbese dei Carletti, che fu proprietaria delsito fino a che ne fu decisa la donazione da parte degli eredi nei confronti del Comune di Viterbo.