Ferento

Il sito archeologico di Ferento è situato a circa 8km a nord/est di Viterbo percorrendo la via Teverina. E' visitabile tutti i giorni grazie all'assistenza di volontari della Archeo Tuscia Onlus



Ferento fu una importante città dell'impero romano, patria di personaggi famosi come Salvio Otone imperatore di Roma e Flavia Domitilla Maggiore moglie dell'Imperatore Vespasiano.

La città, originata nel 500 A.C. dagli etruschi fuggiti dal vicino villaggio di Acquarossa, visse un periodo molto florido durante l'età imperiale con un lungo declino terminato con la sua definitiva distruzione da parte dei viterbesi nel 1172.

Nel sito è visitabile una parte dell'originale città romana recuperata dagli scavi archeologici del secolo scorso, il teatro, le terme, ed un tratto della via ferentiensis che congiungeva Ferento con la via Cassia e la via Amerina.