i legionari dell IIII LEGIO FLAVIA FELIX arrivano al Bagnaccio





si narra che i legionari romani, al rientro dalle campagne di guerra, per quelli che tornavano a Roma tramite la Via Consolare Cassia, era previsto un periodo di quarantena presso le Terme Aquae Passeris, numerosi stabilimenti che si trovavano nei pressi dell'area chiamata oggi Bagnaccio.
Approfittando della manifestazione del 2 giugno presso Ferento organizzata da Archeo Tuscia ed altre associazioni, abbiamo pensato di ricreare l'arrivo dei legionari della IV LEGIO FLAVIA FELIX all'odierno Parco Termale del Bagnaccio, che sorge appunto poco lontano dalle antiche Aquae Passeris e proprio sull'antico tracciato della Via Cassia.
Una rievocazione fatta molto velocemente, alla buona, senza pretese, ma che alla fine ha fatto il suo effetto stupendo i naturali avventori delle terme, che si sono ritrovati in vasca i legionari romani e le loro famiglie al seguito, non solo con i costumi da guerra, ma anche con i costumi da bagno "originali".
Un grazie al direttivo della A.p.s. Bagnaccio per l'ospitalità, all'Azienda Agrituristica "La Gioconda" che ha offerto il frugale pasto per rifocillare i legionari, a Salvatore Nuccio per le riprese video, ed infine a Simonetta Pacini di Arche Tuscia e ovviamente a tutti i "legionari" della IIII FLAVIA FELIX, che hanno reso possibile questa piccola rievocazione.

grazie!